Un premio

Bando Premio "La Ginestra"
 

Il Rotary Club Torre del Greco Comuni Vesuviani, in collaborazione con l’Ente per le Ville Vesuviane e l’Associazione Culturale Premio Elsa Morante Onlus, bandisce l’edizione 2007 del Premio Letterario La Ginestra. Il Premio si articola in due sezioni: Premio La Ginestra per la Poesia, e Premio La Ginestra per la Critica Leopardiana.

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. Per la sezione Premio La Ginestra per la Poesia potranno concorrere raccolte di poesia edite in Italia nell’ultimo biennio. Per la sezione Premio La Ginestra per la Critica Leopardiana potranno concorrere monografie scritte nell’ultimo triennio aventi come oggetto l’opera del poeta Giacomo Leopardi.

Le opere dovranno essere inviate in tredici copie entro il 30 aprile 2007 alla Segreteria del Premio presso Rotary Club Torre del Greco. Comuni Vesuviani, Hotel Satura, Via E.De Nicola, 80059 Torre del Greco con l’esatta indicazione del nominativo e recapito del concorrente che, con la partecipazione, si assume ogni responsabilità giuridica circa i diritti vantati sulle opere presentate in concorso.

Il premio "La Ginestra" che intende celebrare la figura di Giacomo Leopardi ed i luoghi che in Campania sono stati amati dal poeta recanatese, è stato ideato dal Rotary Club di Torre del Greco, ed organizzato in collaborazione con l’Ente Ville Vesuviane e dall’Associazione Culturale Premio Elsa Morante.

La giuria del premio è composta da: Guido Trombetti, Presidente, Rettore dell’Università Federico II, Giuseppe Blasi, Felice Casucci, Santa Di Salvo, Mauro Giancaspro, Matteo Palumbo, Maurizio Piscitelli, Valeria Sampaolo, Tjuna Notarbartolo, Segretaria del Premio.

La Giuria, nel corso di una manifestazione pubblica assegnerà il premio "La Ginestra", consistente in 1000 euro ed una scultura d’argento a quella che sarà giudicata l’opera più meritevole in ciascuna delle due sezioni.

La Giuria si riserva la facoltà di assegnazione di Premi Speciali. Le opere inviate non saranno restituite ma saranno archiviate nella biblioteca del Premio presso la Villa delle Ginestre in Torre del Greco, e custodite a cura dell’Ente per le Ville Vesuviane.

11/4/2007
Annunci

Dal centro studi

E’ nato il Comitato scientifico del Centro nazionale studi leopardiani. A presiede il nuovo organismo è stato chiamato l’on. Franco Foschi, in qualità di presidente del Centro leopardiano e la Contessa Anna Leopardi come Vicepresidente, mentre a svolgere la funzione di coordinatore sarà Lucio Felici, critico letterario e studioso di Leopardi. La costituzione del nuovo organismo rappresenta il completamento del processo di riorganizzazione che ha interessato il Centro nazionale studi leopardiani. Percorso che ha visto anche l’immissione di nuovi soci, tutte personalità di grande spicco e prestigio del mondo culturale e accademico italiano.

Il primo atto del nuovo Consiglio di amministrazione dopo l’insediamento, è stato proprio l’individuazione del Comitato scientifico che risulta così composto da Luigi Blasucci, Fabiana Cacciapuoti, Ermanno Carini, Fiorenza Ceragioli, Franco D’Intino, Alberto Folin, Gilberto Lonardi, Emilio Peruzzi e Antonio Prete. L’insediamento è avvenuto in una riunione dei giorni scorsi, alla presenza della vicepresidente del Centro, la contessa Anna Leopardi, e del sindaco Fabio Corvatta.

La prima presa di posizione del Comitato scientifico è stato il sostegno entusiasta e totale alle linee programmatiche che in questi anni sono state portate avanti dal presidente on. Foschi, e nello stesso tempo è stata manifestata una prima adesione alle sue indicazioni per le attività future. Sin dalla prima riunione, inoltre, il Comitato ha avviato la discussione su varie questioni, che rappresentano i prossimi impegni del Centro nazionale studi leopardiani: le Celebrazioni per il 209esimo anniversario della nascita di Giacomo Leopardi, la designazione dell’oratore che terrà la lezione e verrà insignito del Premio Leopardi e lo spettacolo che si svolgerà sul Colle dell’Infinito. Oltre che delle Celebrazioni leopardiane, il Comitato si occuperà delle Celebrazioni del 70esimo anniversario della fondazione del Centro nazionale studi leopardiani, del dodicesimo Convegno internazionale di studi leopardiani e della stesura del bando per i premi per le tesi di laurea e dottorato da assegnare nel 2008.

Un’attività molto intensa, dunque, che viene portata avanti con grande entusiasmo dal Comitato, in una dimensione di assoluto prestigio e di attenzione da parte del mondo culturale sia italiano che internazionale.

E proprio questa dimensione sovranazionale sarà particolarmente coltivata, attraverso progetti strategici con università e istituti di cultura del mondo.