29 Giugno 2008

Data e ora di inserimento: (03-07-2008, 19:14:07)

Clicca per visualizzare le immagini associateAll’Aula Magna del Palazzo Comunale di Recanati (foto) si è svolta la cerimonia della Commemorazione ufficiale del 210° anniversario della nascita di Leopardi con la relazione dello scrittore di origine siciliana Vincenzo Consolo dal titolo ‘Le ceneri infeconde. Visioni del mondo in Leopardi e in Verga’. Vincenzo Consolo è stato anche insignito, dal Sindaco di Recanati Fabio Corvatta, del premio ‘Giacomo Leopardi per la Letteratura’ con la seguente motivazione scritta dal Prof. Antonio Prete:
Con la scrittura narrativa, con la saggistica e con la poesia, Vincenzo Consolo ha raccolto e interpretato, in maniera profonda e originale, quell’intreccio tra invenzione letteraria e critica della civiltà, tra affabulazione fantastica e critica del costume che fu proprio di Leopardi.
Scrittore allo stesso tempo italiano e mediterraneo, siciliano ed europeo, Consolo ha sempre attinto al tesoro straordinario della lingua italiana, alla ricchezza della sua tradizione, imprimendo alle forme espressive una tonalità e uno stile tra i più incisivi e riconoscibili della nostra letteratura.
Da La ferita dell’aprile del 1963 al Sorriso dell’ignoto marinaio del 1976, da Lunaria del 1985 a Retablo del 1987, da Nottetempo, casa per casa del 1992 a Lo spasimo di Palermo del 1998, per dire solo di alcuni scritti, Consolo ha dato vita a personaggi e paesaggi, a caratteri e visioni che consegnano al lettore, con grande senso teatrale e insieme meditativo, un affresco del Sud, della sua energia, delle sue contraddizioni, delle sue relazioni, storiche e di costume, con il resto del Paese.
Accanto al rapporto – di ascolto e di ripresa poetica – con l’antica sapienza greca, Consolo ha suggerito con la sua opera il disegno di una società libera da tentazioni regressive ed egoistiche, aperta nell’accogliere la pluralità della sua storia, dei suoi saperi, delle sue radici mediterranee.
Antonio Prete
A seguire sono stati consegnati i premi ai giovani vincitori dell’ XI Concorso per Tesi di Laurea e Dottorato bandito dal Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati. La giornata del 29 giugno si è conclusa nella suggestiva scenografia del Colle dell’Infinito con il recital di poesie leopardiane del famoso e bravo attore Gabriele Lavia. (foto)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: