Asor Rosa

Alberto Asor Rosa al Sabato del
Villaggio dialoga con Leopardi
 

 
 

Grandissima attesa per il terzo, imperdibile,
appuntamento del «Sabato del Villaggio», la prestigiosa rassegna di incontri tra
letteratura e filosofia diretta da Raffaele Gaetano e promossa
dall’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme. Sabato 15 marzo alle ore 18.00,
nella cornice dell’Auditorium dell’Istituto Magistrale di Lamezia Terme, sarà la
volta di Alberto Asor Rosa, autore di fondamentali saggi tra i più apprezzati
dello scenario contemporaneo, critico raffinatissimo, unanimemente riconosciuto
come il maggiore studioso di letteratura italiana. Argomento dell’incontro, che
si dipanerà come sempre attraverso un fitto dialogo con tra l’ospite e il
Direttore Artistico, «Giacomo Leopardi». Un autore e un tema affascinati,
certamente classici per quanto riguarda la letteratura universale.
Sentito
su questo terzo evento della seguitissima rassegna lametina il Direttore
Artistico ha dichiarato: «Giacomo Leopardi è una delle figure più importanti
della letteratura mondiale. La straordinaria qualità lirica della sua poesia e
la profonda riflessione sulla condizione umana ne fanno un protagonista assoluto
nel panorama letterario e filosofico di tutti i tempi. Proprio a Giacomo
Leopardi abbiamo voluto dedicare il nuovo appuntamento del “Sabato del
Villaggio”, che, dopo il memorabile incontro con Valerio Magrelli, si ferma
ancora una volta a riflettere sui significati reconditi della poesia. In un
memorabile tête à tête dialogherà idealmente con il grande recanatese il più
colto e raffinato studioso di letteratura italiana, Alberto Asor Rosa.
Proseguiamo così la nostra rassegna con un evento dal profilo semplice e
icastico, un appuntamento di forte impatto emotivo che proietterà sull’orizzonte
della memoria letture antiche e recenti, pagine esemplari di una letteratura
ineguagliabile, versi immortali che hanno puntellato la formazione culturale di
ognuno e che sotto la lente privilegiata di Alberto Asor Rosa torneranno a
vivere in una foggia diversa e originale, quella della grande critica».
Un
evento, dunque, questo del «Sabato del Villaggio», che si preannuncia
imperdibile per la maestria e la profonda conoscenza con cui il noto studioso
tirerà le fila del complicatissimo rapporto tra poesia e arte in Leopardi.

Ora qualche parola sul protagonista della serata. Storico, critico
letterario, Alberto Asor Rosa è considerato il maggiore studioso di letteratura
italiana, noto per i suoi studi in campo internazionale. Ha segnato i suoi
esordi con la demistificazione dei principali «luoghi comuni» della cultura
letteraria contemporanea (Scrittori e popolo, 1965; riedito da Einaudi nel
1988), per occuparsi poi di argomenti relativi al Trecento e Cinquecento, al
Seicento (La cultura della Controriforma, Laterza, 1974), all’Ottocento
(Manzoni, Verga e il verismo), al Novecento (La cultura, Einaudi, 1975), nonché
di critica militante. Ha firmato molti titoli sul «canone» dei classici e sulle
origini della letteratura italiana e approfondito lo studio della produzione
letteraria contemporanea; numerose, infatti, le sue monografie sui nostri
principali autori, dalle origini al secolo scorso (Boccaccio, Guicciardini,
Sarpi, Verga, Collodi, Campana, Calvino). È direttore per Einaudi della
prestigiosa «Letteratura italiana» e per La Nuova Italia ha scritto una Storia
della Letteratura italiana (1973), più volte ristampata. Di recente ha raccolto
in volume i suoi saggi sulla cultura e la letteratura italiana ed europea del
secolo passato (Un altro Novecento, La Nuova Italia, 1999).
Chiediamo ancora
al Direttore Artistico della rassegna, Raffaele Gaetano, cosa pensa di questa
nuova edizione del «Sabato del Villaggio» che sta caratterizzando con la sua
qualità lo scenario culturale calabrese: «Il “Sabato del Villaggio” giunge alla
settima edizione proponendo anche quest’anno incontri tra letteratura e
filosofia. Un bel dire in una Regione che gli indici di lettura danno
sconsolatamente per ultima. Eppure, molti trovano nella rassegna uno scialo di
esperienze ed emozioni al massimo livello. Personaggi di primo piano della
cultura italiana e internazionale danno voce ai loro pensieri dialogando con me
in un’atmosfera gradevole e informale. Un appuntamento/evento che si è
fortemente radicato a Lamezia Terme e in Calabria e che può vantare una vasta
eco anche a livello nazionale. Una festa della cultura che vede protagonista non
l’élite intellettuale ma tutta la città, a partire da quella marea di giovani
che attendono impazienti da un mese all’altro gli eventi della rassegna. Anche
quest’anno verranno proposti personaggi che, pur distanti tra loro per
differenti percorsi che li hanno portati al felice incontro con la parola
scritta e con le idee, sono simili nell’essere dei grandi comunicatori. Nomi
capaci di coinvolgere un pubblico eterogeneo, fornendogli chiavi sempre diverse
per intraprendere quel meraviglioso viaggio dell’anima che è il sapere».
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: